E’ tempo di Emoji

Condividi

Tutti, ma proprio tutti, utilizziamo le Emoji (termine tecnico è emoticon) oramai diventate una vera è propria lingua virtuale! Altro che inglese, spagnolo o cinese, le faccine divertenti che simulano una smorfia del volto (ma non solo) sono la lingua più parlata e diffusa, un vero e proprio linguaggio universale. By Mary Littlebells (FacebookInstagramBlog).

 

Se non hai parole per dire una cosa, usa una faccina!

 

Dai ragazzini agli adulti tutti ne fanno uso per comunicare qualcosa, per rafforzare un pensiero o anche semplicemente per un saluto. Ma da come (e dove) nascono le Emoji? Chi le ha inventate? E perchè?

In molti hanno tentato di aggiudicarsi il primato di “inventore delle emoticon” (icone emozionali). In realtà le Emoji sono dei simboli pittografici, divenuti popolari in Giappone a fine degli anni 1990. La prima Emoji è stata creata tra il 1998 e il 1999 da Shigetaka Kurita, un membro del team che si occupava di una piattaforma web mobile.

emoji più utilizzate

Il primo set completo di Emoji invece fu creato per facilitare la comunicazione elettronica. Così facendo con una semplice icona grafica fu reso subito comprensibile lo “status di stress o emozione” dei programmatori intenti nel loro lavoro. Questo messaggio immediato accorciò i tempi di comunicazione tra  gli ingegneri, permettendo di dialogare tra loro senza l’utilizzo di traduttori automatici, i quali non erano molto intuitivi come lo sono ora.

Tuttavia, nel 1997 Nicolas Loufrani nota il crescente utilizzo delle emoticon nel campo della tecnologia mobile e inizia a sperimentare le faccine animate e colorate anche nel campo della comunicazione virtuale creando una vera e propria tastiera alternativa fatta solo di Emoji.

emoji keybord

 

In realtà molte sono le storie su come e su chi ha inventato e usato per la prima volta queste faccine virtuali, addirittura c’è chi dice che il primo a usare le emoticon sia stato nientemeno che il presidente americano  Abramo Lincoln.

Pare che il presidente abbia fatto uso di una faccina in un discorso del 1682 (come potete notare qui sotto). Curiosità a parte la domanda è lecita: <e se fosse semplicemente un errore di battitura?>.

discorso_lincoln

Negli ultimi trent’anni le emoticon si sono diffuse a macchia d’olio fino a rendersi indispensabili al giorno d’oggi per la comunicazione virtuale. Non c’è discorso tramite sms, nei messaggini di WhatsApp e nelle chat in cui non vengano inseriti, oramai sono una parte integrante del nostro modo di comunicare quotidiano.

emoji

E voi quanto usate queste amatissime faccine?

Qual è la vostra emoji preferita?

 Saluti dalla vostra Mary Littlebells (FacebookInstagramBlog).

__________

Se trovi i nostri articoli interessanti allora condividili e se hai bisogno di più informazioni contattaci, i nostri esperti sono a tua disposizione.

Seguici sui nostri social network ufficiali

FacebookTwitterYoutubeInstagram

 

it_ITItalian